3a Edizione “Gli altri siamo noi” 2019

Con musica, danza e specialità di diversi paesi e una produzione teatrale su biografie e migrazioni “Destinazioni”

Sabato 1 giugno 2019 dalle 14.00 alle 23.30, si terrà sul lungolago di Minusio (Portigon), la terza edizione del Festival “Gli altri siamo noi”, organizzato dall’Associazione GeaMondo in occasione della giornata mondiale della diversità, il dialogo e lo sviluppo (UNESCO).

 

Dopo l’esito positivo delle prime due edizioni del festival “Gli altri siamo noi”, l’Associazione Geamondo è felice di poter riproporre la terza edizione, sabato 1 giugno 2019 a Rivapiana, Minusio. Come gli anni precedenti, questo evento sarà un’occasione d’incontro tra le diverse culture che convivono in Ticino. Musica, danza, teatro e stands gastronomici multietnici, daranno la possibilità di vivere e rivivere tradizioni e costumi come anche degustare cibi di diversi paesi.

L’evento avrà inizio alle ore 14.00 con racconti di fiabe per bambini e un atelier di danza “pizzica, pizzica e tarantelle” per adulti. Durante il pomeriggio e a inizio serata vi saranno varie rappresentazioni dello spettacolo teatrale sulle biografie e migrazioni, realizzato da persone straniere e non, presso la Cà di ferro, sempre a Minusio. Quest’ultimo è il risultato di un lavoro iniziato a dicembre 2018 in collaborazione con TeatroZigoia, Associazione Quartiere Rivapiana, Spazio Elle Locarno e Geamondo. Il progetto teatrale ha l’obiettivo di approfondire il contatto e le relazioni tra persone di diversa provenienza ed età e dà continuità a dei laboratori realizzati in precedenza dall’Accademia Teatro Dimitri, nell’ambito del progetto “Raccontare le migrazioni -Teatro e comunicazione interculturale per le scuole”.

Sempre nel pomeriggio i più piccoli avranno anche la possibilità di partecipare ad attività e giochi gestiti dall’associazione “Supermamme di Minusio”. Negli intervalli, alcuni studenti dell’accademia Dimitri e membri dell’Associazione Clown senza Frontiere Svizzera arricchiranno il programma con spettacoli varieté.

L’apertura ufficiale del festival avrà luogo alle 16.30 seguita dalla musica dialettale ticinese di Poalo Tomamichel e Sandra Eberle. In programma vi sono inoltre: danze popolari di diversi paesi (rappresentate da genitori della Scuola Steiner in occasione dei festeggiamenti dei suoi 100 anni), esibizioni e atelier di salsa (della scuola Salsa4ever Locarno) e danza Hip Hop (esibita da bambini del Elementsfitness Club Riazzino).

Per concludere in allegria la serata ci saranno un concerto di chitarra di Jan Laurenz e la musica del gruppo ethno-folk Ajelé.

L’avvenimento, sostenuto dal Programma Cantonale per l’integrazione (PIC 2) del Servizio Integrazione, Dipartimento Cantonale delle Istituzioni, vuole valorizzare le diverse culture presenti sul territorio ticinese, creando un’occasione d’incontro, scambio e “sperimentazione”.

Fondamentale per la riuscita dell’evento anche la collaborazione del comune di Minusio (gestione traffico stradale, allestimento palco e tavoli), del Patriziato di Minusio (messa a disposizione degli spazi), dei vari sponsor, e del progetto Midada della fondazione Gabbiano (trasporto e allestimento delle bancarelle) e le varie comunità stranier

 

Ricordiamo che GeaMondo è una giovane associazione che si prefigge di promuovere la comprensione interculturale e intergenerazionale. Uno degli obiettivi è di sensibilizzare alla diversità, riducendo gli stereotipi e i pregiudizi verso l’altro. Attraverso l’osservazione della realtà territoriale, s’intende incentivare la collaborazione tra le numerose iniziative presenti nella regione del locarnese, proponendo delle attività mirate, volte a favorire l’integrazione, la partecipazione alla vita sociale e non da ultimo lo scambio reciproco.

 L’Associazione è composta da persone, di età e origini diverse, provenienti da vari ambiti professionali che collaborano in modo volontario a dipendenza delle proprie disponibilità, conoscenze e competenze.

 

20190601_153855_edited_edited.jpg
20190601_144609.jpg
DSC07723.JPG